Portale immagini e video
   
 Cerca  
Liturgia del giorno



ORARI




Immagini religiose

Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
 
Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
Ordinary love (U2)
Pubblicato da: paoletta , il: 21/3/2015

Scarica questa pagina sul tuo computer

 

 Ordinary loveU2 - (commento di Pino Fanelli da “Se Vuoi” )

 

            "Ordinary love",  singolo degli U2, è presente nella colonna sonora del film "Mandela: long walk to freedom" del regista Justin Chadwich. La band irlandese era amica del politico sudafricano che ha lottato contro il razzismo e l'apartheid. La canzone è il racconto dell'amore di Nelson Mandela per l'umanità, un inno a provare il più possibile "il comune amore" e a riscoprire l'ordinarietà. Il brano ha vinto nel 2014 il Golden Globe per la migliore canzone originale.    

 

 

The sea wants to kiss
the golden shore

The sunlight warms your skin
All the beauty
that’s been lost before
Wants to find us again

I can’t fight you anymore
It’s you I’m fighting for
The sea throws rock together
But time leaves us polished stones

We can’t fall any further
If we can’t feel ordinary love
We cannot reach any higher
If we can’t deal with ordinary love


Birds fly high in the summer sky
And rest on the breeze
The same wind will take
care of you and
I will build our house in the trees

Your heart is on my sleeve
Did you put there
with a magic marker

For years I would believe
That the world couldn’t wash it away


‘Cause we can’t fall any further…
If we can’t deal with ordinary love

Are we tough enough
For ordinary love

We can’t fall any further…
If we can’t deal with ordinary love
We can’t fall any further…
If  we can’t deal with ordinary love.


 

 

 

 Dobbiamo riconoscere che gli U2 volano più in alto di una comune pop band, e anche il testo di questa nuova canzone non è semplicemente un banale quanto immediato inno all’ex presidente del Sud Africa. Vanno oltre, come oltre ha sempre guardato Nelson Mandela. In “Ordinary love” gli U2 ci invitano a guardare all’amore, quell’amore che è già presente nella natura, nel mare che vuole baciare la riva dorata”, “nella luce del sole che riscalda la nostra pelle”... E anche il messaggio di Mandela era quello di provare un amore comune, condiviso da tutti gli uomini, in sintonia col grande amore della natura. Nel brano a lui dedicato l’augurio della band è che il suo messaggio possa continuare a viaggiare sempre nel vento..

 

“Non possiamo cadere ulteriormente se non siamo in grado di provare un amore ordinario, non possiamo arrivare più in alto se non siamo in grado di affrontare un amore ordinario”: nel videoclip della canzone (diretto da Mac Premo e Oliver Jeffers) queste parole vengono scritte sulla carta, sul legno, sulla pelle, sulla stoffa, sui muri, sui vetri perché quel messaggio d’amore viaggi senza fermarsi.

 

“Il tuo cuore è in mia custodia, lo hai messo lì con un pennarello, per anni avrei creduto che il mondo non avrebbe potuto lavarlo via”: Mandela ha lasciato a tutti una testimonianza indelebile che Bono, sul sito della sua band, ha voluto così commentare: ”Mandela ha mostrato che amare è meglio che odiare, non perché egli personalmente non ha mai ceduto alla rabbia o alla violenza, ma perché aveva imparato che l’amore avrebbe fatto un lavoro migliore. Mandela ha puntato in alto e ha messo in gioco la sua famiglia, il suo Paese, il suo tempo, la sua vita, e ha vinto quasi sempre”.

 

“Ordinary love” (amore ordinario): è il titolo della canzone e anche il segreto della vita di Nelson Mandela. Amare nell’ordinarietà della vita - con parole accoglienti, con atteggiamenti miti e rispettosi dell’altro, con il cuore sempre pronto a perdonare, con la mente aperta e sempre pronta a saper cogliere la diversità come ricchezza superando così ogni divisione - è un’arte! Un’arte che non si improvvisa, ma che si apprende giorno per giorno con pazienza e fatica. L’amore vero rifugge la spettacolarizzazione, non va in cerca di gesti eclatanti - che a volte sono solo occasioni per mettere in mostra se stessi -, non cerca nessun tornaconto o gratificazione personale, ma parte dalla convinzione che il bene va cercato non solo per se stessi bensì per tutti.
Siamo sempre e nuovamente interpellati a gettare nei solchi del quotidiano semi d’amore e di speranza grazie ai quali poter costruire una società migliore. E allora ogni piccolo gesto è importante e decisivo perché è un mattone insostituibile nell’edificazione della grande casa della fraternità umana. Mandela ci ricorda che il futuro è di chi, nel presente, sa essere seme che muore e lievito di speranza.

 

 “Reach any higher” (arrivare più in alto): chi gioca al ribasso perde sempre, chi invece punta in alto vince. E volare alto richiede coraggio, andare controcorrente, sfidare il vento contrario, i luoghi comuni e la rassegnazione che a volte si annida in stereotipi mentali del tipo “tanto le cose andranno sempre così”. Ogni ideale chiede sempre un conto da pagare nell’ordinarietà di tutti i giorni, ma chi sa osare raggiunge la meta, chi è pronto a raccogliere le sfide strada facendo arriva a realizzare i suoi sogni. Ce lo insegna Mandela!

 

 

 

 

PER RIFLETTERE: à Qual è la testimonianza più grande che Mandela ci ha lasciato? à Chi sono i testimoni per te? à Come testimoni l’amore nell’ordinarietà dei tuoi giorni? à Cosa significa per te volare alto?




Salva questa pagina nel formato:

[ Torna a LE PAROLE DELLA MUSICA | Indice dei documenti ] Visualizza pagina stampabile Segnala articolo ad un amico

I nostri slideshow