Portale pastorale con immagini e video
 
 Cerca  

Menu principale
Home Page
Cartoline virtuali
Guarda cartolina
Cartoline inviate e ricevute

Calendario eventi
Aggiungi un'evento

Siti Partner
Link
Segnala
Più visitati
Più votati

Chat
Archivio messaggi

Documenti
Notizie
Invia articolo
Archivio notizie
Argomenti

NOVITA'


Santo Antonio Abate Video cartoni per bambini



Liturgia del giorno

Immagini religiose



Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
 
Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
Da quel giorno...
Pubblicato da: paoletta , il: 8/3/2008

Scarica questa pagina sul tuo computer

 

Per inventare nuovi spazi
dove i corpi si rialzeranno,

egli ha steso le braccia:
l’uomo è liberato, il muro è crollato
su cui avevan scritto che Dio è morto.
Perché siete tristi ancora?

      Dal quel giorno del sangue versato
      sapete ormai che tutto è grazia.

Per trarvi fuori dalla stretta
e guidarvi in luoghi deserti,
egli ha steso le braccia:
il mare si è alzato, il popolo ha traversato
lo splendido sentiero ch’egli ha riaperto.
Perché non passare il mare?

      Dal quel giorno del sangue versato
      sapete ormai che tutto è grazia.

Per trattenervi accanto a lui
trasfigurati dallo Spirito,
egli ha steso le braccia:
il velo è strappato e il libro dissigillato
che teneva nascosto il dio vivente.
Perché non correre a lui?

     
Dal quel giorno del sangue versato
      sapete ormai che tutto è grazia.

 

(D. Rimaud, Gli alberi nel mare, Elledici, 1977, pp. 32-33)




Salva questa pagina nel formato:

[ Torna a POESIE E FILASTROCCHE | Indice dei documenti ] Visualizza pagina stampabile Segnala articolo ad un amico

:: ASCOLTA LA RADIO IN DIRETTA (per palinsesto clicca immagine) ::



Provviste Viaggio 3 ordinario A 2019


Domenica bambini 3 Ordinario A 2020


I nostri slideshow